venerdì 18 aprile 2008

Il definito decadimento della civiltà occidentale

Di solito apro i miei articoli mettendo un'immagine raffigurante il soggetto di cui devo parlare.
Ma stavolta mi rifiuto.
Come direbbe il mitico Rutger "furia ceca Navarre" Hauer, "ho visto cose che voi umani non potreste immaginare...".
Purtroppo però la realtà supera la fantasia.
Diciamo che c'è un programma televisivo.
Diciamo che questo programma televisivo è orrendo, anzi diciamo che chi conduce questo programma è una persona orrenda e che conduce anche altri programmi, uno più orrendo dell'altro.
Diciamo inoltre che questa persona è moglie di un famoso personaggio televisivo, un ciccione enorme massone piduista con simpatie che vanno dal PCI ai radicali passando per il Berlusca(però vota Veltroni, dice Wikipedia).
Riassunto di questi programmi:personaggi inutili presi dalla strada o ex-falliti di reality show a caso con una serie di ragazze(probabilmente prostitute) che vanno a corteggiarli,e viceversa, con annesso pubblico di inutili zitelle a rompere i coglioni;patetiche storie familiari strappalacrime gettate in pasto alla gente a cui non bastano più le storielle di paese sentite al mercato(ai grandi centri non ci pensiamo?);reality show con ragazzi più o meno dotati in varie discipline, con annesso anche qui pubblico di imbecilli che rompono i coglioni(si va dal "sei troppo spontaneo", al "sei troppo finto", fino a "hai offeso gli ebrei"(vi giuro ho sentito pure questa, con tanto di protesta della comunità ebraica di non so quale cazzo di posto).
Ah, dimenticavo, tra i "maestri" c'è Platinette.
Ecco, già questo basterebbe al rogo in pubblica piazza per insulto alla civiltà e al buongusto.
Ma non basta.
L'ultima edizione di questa specie di cosa televisiva è stata vinta da un(sigh) sardo.
Mi rifiuto di dire il nome.
E' superfluo dire che questi programmi hanno una schiera enorme di fan.
I fan di questo M.C.(oddio, le stesse iniziali del ciccionazzo...brrr) hanno pensato bene di festeggiare la vittoria con una festa in piazza Yenne, Cagliari city...
MA CHE CAZZO ABBIAMO VINTO I MONDIALI?
Ma che cazzo siamo saliti in serie A?
Non so il numero preciso dei partecipanti a questo festeggiamento, ma erano già  abbastanza solo quelli che ho visto nella foto dell'Unione sarda(da cui ho appreso accidenalmente la notizia, non sia mai che io guardi quel programmaccio, è già troppo se leggo l'unione).
Roba da prendere pentoloni di olio bollente e gettarlo a chiunque senza distinzione, donne e bambini compresi.
Come mi è già capitato di scrivere di recente, "C'è sempre qualcosa oltre il peggio...".
Governo Berlusconi?
Governo Veltroni?
Ma che te ne frega di chi ci governa se deve governare simili essere umani(pardon, subumani)?
Spero, come magra soddisfazione che uno di quei partecipanti  un giorno impazzisca e prenda a sassate nella schiena Platinette.
Meglio di niente, tanto ormai...

PS:I commenti a favore di tali programmi o tali personaggi saranno sterminati all'istante.
Non c'è Democrazia e libertà per certe cose.

6 commenti:

  1. il tuo P.S. spingerebbe ogni troll ad andarti contro, ma questa volta la situazione è tale che non posso che darti ragione.
    Visto le scene di deliri di piazza ci si spiega anche la vittoria del berlusconi al governo

    RispondiElimina
  2. L'ho detto in passato, lo dico ora e lo dirò per sempre: MARIA DE FILIPPI, HAI ROTTO I COGLIONI!!!

    RispondiElimina
  3. "L'ultima edizione di questa specie di cosa televisiva è stata vinta da un(sigh) sardo. Mi rifiuto di dire il nome".
    Pensa, almeno tu in real life hai un nome diverso :(

    A parte questo, concordo su tutta la linea. Comunque, le iniziali del ciccionazzo non erano M.B.? Ghghghghghghghgh!
    Un articolo denso di rabbia e astio. Un lancio di bombe a Cagliari sarebbe stato giustificato. Che poi manco se si vincono i mondiali (di calcio, ovviamente, gli altri sport sono troppo sottovalutati) è tanto sano sbalossarsi in città come succede... Che tristezza.
    Pensa che io invece oggi ho visto per tipo venti secondi una scena di "Amici" girata a Roma, se non sbaglio, all'aperto. Beh, non hai idea della gente che c'era. Soprattutto, si capiva dalle urla chi stava per salire sul palco. Tredicenni (ma anche molte ventenni, per non dire facce trentenni-quarantenni tra il pubblico) letteralmente in indegno delirio. Manco ci fossero i Casiopea su quel palco (e tirar fuori il loro nome per associarlo a simili, obbrobriosi show, già di per se pare bestemmia).
    Bah, bah, non c'è più speranza. Si salvi chi può, chi non può s'arrangi. Questo è il motto, alla fine.
    Resta il fatto che tutti i sardi sono stati dipinti come entusiasti del fatto che un loro conterraneo abbia vinto. Fossi stato io al posto del vincitore, quei 300.000 euro li avrei usati per rimettere a posto le strade in bidda... sarebbero stati spesi meglio. Ma tanto non sarei stato io al posto del vincitore perchè mi sarei fatto esplodere in studio pur di ottenere programmi migliori!

    RispondiElimina
  4. Tralasciando il fatto che poi 300mila euro non bastano per sistemare neanche 100metri di strada (considerando quanto ne mangeranno), per quanto io non abbia mai seguito il programma, se non altro mi fa relativamente piacere che sia stato un sardo a vincere.
    Poi non è che vado in giro a sbraitare eh... quelli son ragazzini (e non) cerebrolesi con gravi problemi...

    RispondiElimina
  5. utente anonimo21 aprile 2008 12:02

    Però, se ti fossi fatto esplodere in studio, sarebbe stato very alternative.

    E io ti avrei sicuramente votato.

    Danielanonimo

    RispondiElimina