giovedì 18 giugno 2009

Cosa è?#14



L'indovinello più facile della storia.
In verità è una battuta che mi è venuta guardando un film di merda, lo metto come indovinello solo per aggiornare...

venerdì 12 giugno 2009

Kiwies and Cowards

La partita della nazionale contro Cipro, la più vergognosa vittoria da quando esiste il gioco del calcio.
La partita contro l'Udinese, per la prima volta il Cagliari subisce sei gol in campionato, con magnifico suggello sull'asse Parola-Pepe...
La stagione sportiva non poteva che concludersi dunque in maniera mirabile.

Kiwies.



Due cose.
In Nuova Zelanda giocano a calcio?
In Nuova Zelanda conoscono il gioco del calcio?
La risposta è diversa a seconda della domanda.
Per la prima è si, per la seconda è no.
Mi spiego meglio.
Sapete come si convince un neozelandese a giocare a calcio?
-”Ehi guarda, c'è un fottuto emù che ci ruba i kiwi, prendiamolo a pallonate!”
Con la scusa dell'estinzione della specie poi si sostituiscono gli emù con i pali e le traverse e il gioco è fatto.
Insomma, non devo certo specificare che se ad un neozelandese(esperto di calcio) dici di fare la diagonale, ti da un calcio volante.
La nazionale neozelandese ha recentemente perso 3-1 con la Thailandia e 2-0 con le Isole Fiji.
In casa.
Il portiere della nazionale thailandese gioca con un pezzo di stoffa intriso di pezzi di vetro al posto dei guanti.
Le Isole Fiji sono una delle nazioni più squallide della storia.
James Cook si rifiutò di scoprirla, la circumnavigò con cura, e minacciò i nativi cannibali di mangiarseli se solo avessero un giorno raccontato del suo passaggio al largo dell'arcipelago.
Detto tutto ciò, potrebbe risultare scontato affermare che una qualsiasi squadra tra le prime 77 del ranking fifa asfalterebbe senza problemi di sorta la nazionale di calcio della Nuova Zelanda.
Si, di solito.
A meno che non inserisca la variabile “amichevole inutile della nazionale italiano sotto la gestione Lippi”.
Questa magica variabile, apre milioni di porte nella nostra fantasia...
Memore di Islanda-Italia 2-0, partita famosa perchè all' 87' della ripresa pure un geyser sfiorò l'incrocio dei pali in semirovesciata, l'allenatore campione del mondo in carica ha tentato nuovamente l'impresa, andandoci molto vicino.
Ecco la cronaca dello squallore.
Tredici minuti iniziali di nulla.
Da segnalare solo al 5' minuti un cambio di Castruccio, che sostituisce la inutile e irritante telecronaca di Civoli e Bagni con quella più competente di Repice di radiouno.
Cambio annullato attorno al 15' in quanto la telecronaca radiofonica è in leggero anticipo rispetto al video e perchè intervallata dalla finale di basket Siena-Milano, partita scontata quanto una sparatoria tra Ortodossi e Cattolici nella basilica nella natività(per la cronaca, Siena ha vinto 80-57).
Il nulla viene finalmente interrotto al 13' minuto.
Tale Smeltz crea non si sa come un campo di immunità intorno a se del diametro di 6 metri, e di testa batte Amelia.
Passano venti minuti e un'orrenda Italia riesca a pareggiare in contropiede con Gilardino.
La nazionale azzurra decide quindi di dare finalmente una svolta alla partita, e quale metodo migliore, pensa Amelia, se non quello di uscire completamente alla cazzo di cane su un calcio d'angolo?
Killen(secondo la telecronaca giocatore professionista, in realtà credo sia un guardiano della riserva naturale del monte Cook) insacca senza problemi.
Finisce il primo tempo, vado a farmi barba e doccia.
Ritorno al 15' della ripresa.
Gilardino ha pareggiato subito, ma Civoli e Bagni mi informano solertemente che il sempre più magico Amelia ha deciso di stendere in area un neozelandese, probabilmente per poter ricevere la convocazione dal ct della nazionale di rugby visto che oggi ha dimostrato di essere inadatto in un campo di calcio.
La partita prosegue all'insegna dello squallore, ma Lippi decide che forse il limite è colmo e inserisce Montolivo, Camoranesi e Iaquinta.
La partita assume delle sembianze reali, Iaquinta segna due gol e l'Italia vince per 4-3.
Quasi quasi mi è dispiaciuto...cioè hai fatto schifo per 60 minuti, sii coerente!
Il ct della nazionale neozelandese ha commentato senza sorprese la prestazione patetica dell'Italia:
-”Non si possono allenare, in Italia non ci sono Emù!”.
In effetti non c'è altra spiegazione.
A parte Pepe.

Cowards.




Qui ve la faccio breve.
Si può perdere una partita di basket con tre punti di vantaggio e tre tiri liberi a disposizione a 10.8 secondi della fine?
Certo che si può, si fa così:i tiri liberi li deve tirare Dwight Howard(chiamato superman...uh uh uh), che non segna un tiro libero importante manco se gli regali tutta la Florida.
Sei già a buon punto.
Sbagliati tutti e due liberi poi, basta che fai prendere un facile rimbalzo agli avversari, li fai ripartire, e mandi a marcare il loro miglior tiratore da tre dal nano più nano che hai in squadra.
Poi basta fare un supplementare di merda, e il gioco è fatto.
La cosa diventa davvero divertente se poi si pensa che questa è la seconda partita già vinta che perdi in maniera ridicola, e che invece di ritrovarti in vantaggio per 3-1 con la prossima partita in casa ti ritrovi sotto 3-1 con le ultime due da giocare fuori...
Ma come dice la pubblicità del resto, “NBA:Where the amazing happens...”.

Ecco come è finita(forse) la mia stagione sportiva.
Se volete divertirvi sullo sport anche d'estate, leggete un qualsiasi sito di calciomercato.
Se volete sapere chi si sono trombati i giocatori durante le vacanza, leggete il sito della gazzetta.
Per tutto il resto, ci sono Pepe e la confederations cup.
Alla prossima.